MASHOAH-orecchini-giorno-della-memoria-olocausto-27-gennaio

Per il Giorno della Memoria questi orecchini con Stelle di David (o Maghen David), simbolo della religione ebraica, e perla in vetro soffiato gialla (il colore della Stella Ebrea che gli ebrei furono costretti a indossare durante il nazismo) con gocce rosse (a ricordo di tutto il sangue versato); gancio a chiodo decorato

Il Giorno della Memoria è stato istituito in Italia 11 anni fa per non dimenticare gli orrori della Shoah

Legge 20 luglio 2000, n. 211

Istituzione del “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti
Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 31 luglio 2000, n. 177
1. 1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, «Giorno della Memoria», al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
2. 1. In occasione del «Giorno della Memoria» di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

Per approfondire e conoscere le iniziative dedicate al Giorno della Memoria 2011:

commenti
  1. Angela scrive:

    GIOVEDI’ 27 GENNAIO ore 21,15

    “ESISTO ANCORA…per non dimenticare”

    composto e diretto da Federico Barsanti

    dedicato alle vittime di tutte le guerre

    “Esisto ancora… per non dimenticare”, festeggia il quarto anno di repliche e i quasi diecimila spettatori.

    Lo spettacolo è in continuo cambiamento, un work in progress dalle infinite sfumature, un “kolossal”, come qualcuno lo ha definito, che dalla provincia si è fatto largo fino ad essere insignito della Medaglia d’Argento del Presidente Giorgio Napolitano e ad aggiudicarsi il Premio Internazionale RomaTeatroFestival Miglior Spettacolo e Migliore Regia.

    Si tratta di un vero e proprio viaggio che rievoca una visone cinematografica senza però far ricorso a nessuna apparecchiatura fotografica o simile. Il valore umano di questa opera è stato apprezzato da migliaia di spettatori sempre entusiasti seppur il tema delicato e inflazionato.

    “Barsanti è riuscito a ricreare un frammento di storia, di cui troppe volte si è parlato, senza cadere nel patetico, in modo molto coraggioso e correndo un alto rischio: ma ha colpito nel segno grazie alla sua umiltà e alle sue scelte registiche semplici, ma efficaci”(Corriere di Roma).

    Lo spettacolo, in prima edizione, ha ricevuto nel 2004 il Patrocinio dell’Ambasciata di Francia in Italia e dell’Associazione Benedetto Croce e LICRA Roma-Toscana-Sicilia, ed è stata inserito ne “Il Coraggio della memoria” e nella tre giorni svoltasi a S.Anna di Stazzema (Comitato Onoranze Martiri di S.Anna, Comune di Stazzema, Comune di Viareggio). Il PTV ha inoltre ricevuto menzione per Migliori Coreografie, Miglior Voce (Valter Faita) e Miglior Attrice (Valentina Gianni).

  2. Angela scrive:

    Cara Nicoletta, mi sono permessa di segnalare questo spettacolo itinerante al quale, tra l’altro, partecipa la mia bimba come esordiente.

  3. 1129design scrive:

    angela, hai fatto benissimo! e fai in bocca al lupo alla pupa anche da parte mia quando va in scena :)) baci

  4. Angela scrive:

    Grazie Nicoletta,
    vorrei segnalare anche
    mercoledi’ su La 7:
    21:10:

    “AUSMERZEN Vite indegne di essere vissute” di Marco Paolini.
    Milano, Ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini
    In diretta televisiva
    Una serata speciale introdotta da Gad Lerner, che al termine condurrà un approfondimento con gli ospiti in sala

  5. 1129design scrive:

    wow grazie davvero, spero di trovare chi me lo registra che mercoledì sono via… deve essere interessantissimo (e paolini un grande)
    bacione

  6. Angela scrive:

    NON IL RITO DEL RICORDO
    MA LA CULTURA DELLA MEMORIA

  7. […] 27 gennaio: Giorno della Memoria, per non dimenticare la Shoah […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...